Inizio della celebrazione del bicentenario della nascita del P. Jaime Clotet, co-fondatore della Congregazione

Feb 4, 2022 | Fondatori, La Congregazione

Oggi, 4 febbraio 2022, mentre celebriamo l’anniversario della morte del P. Jaime Clotet, uno dei co-fondatori della nostra Congregazione, iniziamo la speciale preparazione per celebrare il bicentenario della sua nascita, il 25 luglio 2022 a Manresa (Spagna). Abbiamo cinque mesi per prepararci a celebrare questo anniversario clarettiano con gioia e gratitudine.

Il nostro ultimo Capitolo Generale ci invita a bere dalla fonte della nostra spiritualità clarettiana nella sua origine e nel suo sviluppo…” (QC 48). Ricordare la vita del P. Clotet ci permette di avvicinarci alle fonti della nostra spiritualità clarettiana nella sua origine e nel suo primo sviluppo. Il P. Jaime Clotet fu il più giovane missionario dei cinque che si incontrarono insieme al P. Claret nella cella del seminario di Vic, il 16 luglio 1849, per la fondazione della nostra Congregazione; aveva solo 27 anni (li compì solo nove giorni dopo). Fu testimone privilegiato del risveglio del nostro carisma missionario nella Chiesa da un punto di vista strategico, poiché fu Vice Direttore Generale per trent’anni, dal 1858 al 1888. Inoltre, fu il formatore delle prime generazioni di Fratelli della Congregazione, per i quali, già nel 1858, compose il Directori dels Hermanos Adjudants. Le divergenze che ha avuto con il P. Xifré sono la testimonianza del suo spirito delicato e del suo desiderio di assistere i missionari con squisita lealtà. Sia P. Clotet che P. Xifré, con il loro amore e la loro dedizione incondizionata alla Congregazione, ci mostrano che l’amore fraterno rende possibile superare le difficoltà e integrare le differenze.

Fu il missionario del primo secolo della nostra Congregazione che espresse la più grande ammirazione per il P. Fondatore. Anche se vissero insieme solo per brevi periodi, ebbe la gioia di accompagnarlo durante la sua ultima malattia e nella sua morte nel monastero di Fontfroide (Francia). Le lettere che inviava quotidianamente al Superiore Generale e ad altri Missionari e amici informandoli del processo della sua malattia e della sua morte sono un vero monumento del suo amore filiale. Possiamo considerare il P. Clotet come il principale biografo del P. Claret nella prima ora della storia clarettiana. Raccolse molti documenti e testimonianze da persone che avevano avuto a che fare direttamente con il Fondatore. Nelle settimane successive alla morte del P. Claret pubblicò nel Bollettino Diocesano di Vic alcune calde Note biografiche di Sua Eccellenza e ilmo. Antonio María Claret, e promosse immediatamente la pubblicazione della prima biografia del Santo, composta dal suo amico D. Francisco de Asís Aguilar, al quale fornì abbondanti e preziose informazioni. Nel 1882 pubblicò il suo Riassunto della vita ammirevole del Venerabile Antonio María Claret y Clará, una biografia seguita da una ricca raccolta di testimonianze. Infine, su commissione del P. José Xifré, nel 1891-92 elaborò la Vita edificante del P. Claret, Missionario e Fondatore, di quasi 1.000 pagine, rimasta inedita fino all’anno 2000. Dal 1889 lavorò diligentemente per la beatificazione del P. Fondatore. Al P. Clotet dobbiamo gran parte della ricchezza documentaria che dobbiamo approfondire della vita e dello spirito del P. Claret.

ClotetInoltre, P. Clotet fu un grande missionario, specialmente nella sua dedizione alla predicazione, specialmente alla catechesi dei sordi. In un momento in cui queste persone erano escluse dalla società e trascurate nella loro educazione, il P. Clotet si dedicò con amore e passione alla loro evangelizzazione. Pubblicò per loro un catechismo e un manuale del catechista. Vari gruppi catalani di persone con questa disabilità hanno una speciale gratitudine e devozione per lui. A Città del Messico c’è una scuola per loro dedicata alla sua memoria. Nel giugno del 1897, già quasi cieco, ebbe la fortuna di accompagnare le spoglie del Fondatore nel suo trasferimento da Fontfroide a Vic e di partecipare alle solenni onorificenze funebri che gli furono corrisposte nella cattedrale di Vic. L’anno successivo, il 4 febbraio, il P. Jaime Clotet muore in odore di santità nella casa missionaria di Gracia (Barcellona). Le sue spoglie riposano su un altare laterale del Santuario del Cuore di Maria a Barcellona. Presentando la sua causa di beatificazione, Papa Giovanni Paolo II lo ha dichiarato Venerabile il 13 maggio 1989.

Il suo ricordo sia per noi ispirazione e chiamata a coltivare il radicamento in Cristo, l’identificazione con il carisma clarettiano, l’amore per la Congregazione e la passione missionaria per gli ultimi e i bisognosi.

Categorie

Archivio

Novena al Cuore Immacolato di Maria 2022

Novena al Cuore Immacolato di Maria 2022

Il XXVI Capitolo Generale assunse questo impegno: “Intensificar la dimensione cordimariana della nostra spiritualità: confessione di Dio, rivoluzione della tenerezza (cf- EG 88, 288), speranza dei popoli e sogno di un mondo nuovo. Praticheremo con creatività le...

claretian martyrs icon
Clotet Year - Año Clotet
global citizen

Documents – Documentos