LETTERA ALLA CONGREGAZIONE DEI PARTICIPANTI ALLA FRAGUA 04/18 (INGLESE)

Giu 25, 2018 | Bacheca, La Fucina, Spiritualità

Cara e amata Congregazione:

Vi inviano questa lettera i 13 partecipanti che hanno partecipato all’Incontro della Fragua dall’8 aprile al 22 giugno 2018. Ci siamo incontrati al Centro Fragua di Los Negrales, Madrid, in Spagna, arrivando da sette paesi che rappresentavano 10 Organismi Maggiori, insieme ai nostri due coordinatori, P. Roland Chidiebere Onuekwusi della Nigeria Orientale e P. Paulson Varkey Veliyannoor, dell’India Nord-Orientale. Siamo arrivati con una piccola conoscenza dell’Incontro della Fragua, ma senza renderci conto della trasformazione che ci aspettava.

La Fragua è stata sviluppata in tre fasi che sono state selezionate in base ai tre processi di trasformazione che la Congregazione ha proposto nel XXV Capitolo Generale. Nella prima fase, guardiamo dentro noi stessi nella cosiddetta esperienza del “Patris Mei”: come essere adoratori del Padre. Sperimentiamo Dio, il Silenzio di Dio, il nostro peccato e la Divina Misericordia. Abbiamo anche visto Dio come Abba de Jesus, Abba di Maria e Abba del Claret e dei Martiri Clarettiani. Abbiamo fatto i nostri esercizi spirituali nel monastero di Buena Fuente del Sistal.

Attraverso questo itinerario di preghiera, di riflessioni delle Scritture, il diario e l’esperienza nel deserto, siamo diventati più intimi nella nostra relazione con “Dio, il Padre”.

Nella seconda fase siamo entrati nell’esperienza della “Caritas Christi” per vivere la sequela di Gesù nello stile di Maria, Claret e dei nostri confratelli Martiri. In questa fase ci siamo imbarcati nel pellegrinaggio in Terra Santa per camminare sulle orme di Gesù Cristo, vivendo la sua vita con maggiore intensità. Abbiamo rinnovato le nostre promesse battesimali nel fiume Giordano, ci siamo inginocchiati per baciare il luogo della sua nascita, abbiamo camminato lungo le stazioni della Via Crucis e abbiamo pregato davanti alla Tomba vuota. In questa fase, abbiamo riflettuto sui nostri voti e su come l’Eucaristia diventa il cuore di un clarettiano.

Nella terza e ultima fase dell’esperienza: “Spiritus Domini”, abbiamo chiesto allo Spirito Santo di inviarci come missionari. Abbiamo riflettuto in profondità sui vari aspetti carismatici della Congregazione, abbiamo attraversato i luoghi santi del nostro Fondatore Claret e dei nostri cari Martiri. Meditando nella cripta dei nostri martiri di Barbastro e sulla Tomba di Sant’Antonio Maria Claret i nostri cuori sono stati toccati e quella meditazione ci ha avvicinato alla nostra amata Congregazione. Diverse persone ci hanno guidato attraverso la chiamata di Papa Francesco alla triplice conversione, e ci siamo incontrati con diversi collaboratori clarettiani e abbiamo imparato a conoscere la missione condivisa.

Questo è stato per ognuno di noi un incontro significativo e trasformante. Ringraziamo il Governo Generale per aver organizzato questo meraviglioso Incontro supportandolo sia attraverso lo staff che con i sussidi. Ringraziamo i nostri Organismi Maggiori per averci inviato a questo incontro di rinnovamento. Ringraziamo tutti i nostri confratelli della Congregazione per essersi uniti a noi in preghiera. I nostri sinceri ringraziamenti a tutto il team della Fragua, in particolare ai PP. Paulson e Roland, i coordinatori dell’edizione inglese dell’Incontro.

Infine, e da ciò che abbiamo vissuto, vogliamo incoraggiare ogni clarettiano che è in mezzo al ministero a partecipare all’incontro della Fragua. Vi garantiamo che avrete l’esperienza di “Cana”, degustando il nuovo e migliore vino del fervore spirituale e riscoprendo il fuoco iniziale che ci ha messo sulla buona strada. Questa esperienza vi renderà delle persone migliori e dei clarettiani migliori e vi renderà anche più innamorati di Dio Padre, Figlio e Spirito Santo insieme alla Madre Maria, Sant’Antonio Maria Claret e ai nostri cari Martiri.

Che il Fuoco della Fragua continui ad ardere nei nostri cuori!

Categorie

Archivio

Un Clarettiano ispira un romanzo

Un Clarettiano ispira un romanzo

È stato pubblicato questo ottobre il romanzo del colombiano Héctor Abad, autore di romanzi molto noti come "El olvido que seremos". Il titolo di questo ultimo romanzo è "Salvo mi corazón, todo está bien". Un romanzo sui preti scritto da un romanziere per nulla...

La Fucina 06/2022 inizia a Colmenar Viejo

La Fucina 06/2022 inizia a Colmenar Viejo

Colmenar Viejo, Spagna. Dopo una pausa di 3 anni dovuta alla pandemia COVID-19, l'edizione inglese di Forge, l'Incontro del Rinnovamento Clarettiano, è iniziata il 9 ottobre 2022 a Colmenar Viejo, Madrid. Questa sesta edizione inglese di Forge è stata inaugurata con...

claretian martyrs icon
Clotet Year - Año Clotet
global citizen

Documents – Documentos