Invito del Padre Generale alla Congregazione

Set 2, 2022 | Mathew Vattamattam, Nairobi 2022

Cari Conratelli,

Ci stiamo preparando per un importante evento congregazionale, che considero significativo dopo l’ultimo Capitolo Generale.

Nei nostri tempi cambiati, i Superiori Maggiori della nostra Congregazione, insieme al Governo Generale, si riuniscono per riflettere sull’invito del Capitolo Generale e per chiederci come possiamo insieme far vivere alla Congregazione la sua vocazione nella Chiesa in modo credibile e gioioso. Una delle principali preoccupazioni di questo incontro è quella di sintonizzarci con il Sogno di Dio, che insieme abbiamo tessuto in preghiera durante il Capitolo Generale.

Quindi, una delle domande che ci siamo costantemente posti è stata: Cosa ci sta chiedendo il Signore nel nostro tempo? Il Sogno di Dio per la Congregazione che abbiamo tessuto insieme è stato un modo per articolarlo con progetti e impegni. Tutti i processi erano basati sul nostro desiderio, sulla nostra chiamata ad essere radicati in Cristo e audaci nella missione. Quindi, essere radicati in Cristo con audacia è il primo compito. Come viviamo la nostra vocazione oggi, facendo di Cristo il centro della nostra vita e assumendo i vari impegni per dare a Lui il posto migliore?

E la seconda cosa è essere audaci come persone radicate. L’audacia morbida e l’eroismo superficiale nella missione non durano a lungo. L’audacia è dello Spirito Santo. E questo richiede che siamo radicati. Per vivere come missionari radicati e audaci nel nostro tempo, abbiamo bisogno della grazia di Dio. Dobbiamo percorrere il cammino sinodale, ascoltandoci l’un l’altro e lo Spirito Santo.

Il Governo Generale ha fatto il suo Piano d’Azione, e questi piani hanno senso solo se praticati e interiorizzati nei rispettivi Organismi Maggiori. E questa sarà una delle discussioni più importanti per noi. La grande sfida per noi è quella di mettere in pratica il discorso.

L’Esortazione Capitolare, il Sogno e i segni, eccetera, forniscono una mappa. Ma una mappa è una mappa. Non è il territorio. Dobbiamo camminare sul territorio per raggiungere la meta o realizzare il Sogno. E questo è un viaggio collettivo. Ed è per questo che questo percorso sinodale a cui il Papa ci sta invitando è significativo per il modo in cui ci muoviamo verso il futuro.

Chiediamo a tutti voi di pregare per noi e di essere uniti a noi, in modo da compiere insieme il nostro viaggio in avanti, per sognare con Dio e realizzare il Sogno come Missionari radicati in Cristo e audaci nella missione.

Dio vi benedica.

P. Mathew Vattamattam, CMF

Superiore Generale

Youtube Player

Categorie

Archivio

La Croce del Sud

La Croce del Sud

"È la costellazione più piccola dell'emisfero meridionale e permette ai naviganti e ai viaggiatori di orientare la loro rotta nel sud del mondo". La nostra giornata è iniziata con la preghiera delle Lodi animata dai nostri fratelli di ASCLA West (Clarettiani...

Il multiverso della missione clarettiana oggi

Il multiverso della missione clarettiana oggi

Inizia un nuovo giorno a Nairobi; è una bella giornata di sole. I fratelli di ACLA animano l'adorazione e l'Eucaristia. Con San Giovanni Crisostomo, ci rallegriamo per l'anniversario della professione perpetua del nostro fratello Henry Omonisaye. Nell'omelia ci viene...

claretian martyrs icon
Clotet Year - Año Clotet
global citizen

Documents – Documentos