LA SITUAZIONE DEI MISSIONARI CLARETTIANI IN ROMA IN MEZZO AL SORGERE DEL COVID-19

Mar 10, 2020 | Case Generali, Governo Generale

Roma, Italia. Tutti i missionari clarettiani delle tre Case Generalizie (Claretianum, Curia Generalizia, Juridicum) a Roma sono al sicuro. Finora non sono stati segnalati casi di contaminazione nel quartiere. Anche i clarettiani nelle comunità italiane della Provincia di Sanctus Paulus (Banchi Vecchi, Parioli, Segrate, Altamura, Trieste) sono al sicuro.

Il Padre Generale, Mathew Vattamattam, CMF, ha inviato un messaggio a tutti i Superiori Maggiori della Congregazione indicando la situazione dei membri a Roma nel mezzo dello scoppio del COVID-19 e della chiusura dell’intero paese.

“Rimaniamo nelle nostre case. I viaggi sono limitati e potrebbe essere necessario annullare alcuni viaggi del Governo Generale, previsti per il prossimo mese, per quanto riguarda le visite canoniche in Europa. La Scuola dei Formatori, prevista tra aprile e giugno, è rinviata per il prossimo anno”, ha affermato.

In seguito ha detto che “non sappiamo come si svolgeranno gli eventi nei prossimi giorni, ma affrontiamo la situazione in modo responsabile collaborando senza panico con le autorità. I nostri cuori sono con i malati e con le aree più colpite. Grazie per le vostre preghiere. In questo momento critico del mondo confidiamo nel Signore e affrontiamo la situazione con fede, speranza e amore”.

“Pensiamo a cosa si potrebbe fare da parte nostra per alleviare la situazione degli altri. La prima cosa che facciamo è cooperare pienamente con le misure del governo per prevenire la diffusione del virus. Stiamo esplorando cosa si può fare per aiutare gli altri ad affrontare questa situazione”, ha concluso alla fine del suo messaggio.

Il primo ministro italiano, Giuseppe Conte, ha dichiarato la chiusura di tutto il paese all’ultima ora di lunedì 9 marzo 2020, effettivo il giorno seguente, 10 marzo, fino al 3 aprile.

Ho firmato un decreto che si può riassumere nella seguente maniera: rimango a casa ” ha detto Conte in televisione, per limitare la propagazione del coronavirus.

Dobbiamo evitare di uscire di casa. Le persone possono uscire di casa per lavoro, per motivi di salute o per altre esigenze, come l’acquisto di beni essenziali. Tuttavia, ogni individuo deve essere in grado di dimostrarlo alla polizia, alle forze statali e locali presentando un’autodichiarazione scritta e firmata (questo modulo può essere scaricato da Internet). Gli aeroporti rimangono aperti e i mezzi di trasporto stanno funzionando.

Tutti gli eventi organizzati, così come eventi in luoghi pubblici o privati, compresi quelli di natura culturale, ricreativa, sportiva, religiosa e feriale, anche se tenuti in luoghi chiusi ma aperti al pubblico, sono sospesi in tutto il territorio nazionale.

Il governo ha sospeso tutte le scuole a tutti i livelli il 4 marzo. Inizialmente si presumeva che avrebbero potuto riprendere dopo il 15 marzo, ma ora, con la nuova dichiarazione del governo, la sospensione è stata prorogata fino al 3 aprile. Allo stesso modo, in collaborazione con lo Stato, la Conferenza Episcopale Italiana ha sospeso domenica sera, 8 marzo, tutte le celebrazioni e i servizi religiosi, compresa la celebrazione pubblica di messe, matrimoni e persino i funerali fino al 3 aprile. Tuttavia le chiese sono aperte a coloro che desiderano pregare personalmente, ma mantenendo una distanza di 1 metro l’uno dall’altro.

Alla luce della nuova misura, tutte le attività dell’Istituto di Teologia della Vita Consacrata – Claretianum (seminario di marzo, difese della tesi di dottorato, riunione della commissione per la qualità, ecc.) sono sospese fino a una data da stabilire. La Basilica Minore del Cuore Immacolato di Maria ai Parioli è aperta a coloro che vogliono pregare.

Il 10 marzo, lo Stato del Vaticano ha chiuso la Basilica di San Pietro e la Piazza al pubblico.

Categorie

Archivio

La Croce del Sud

La Croce del Sud

"È la costellazione più piccola dell'emisfero meridionale e permette ai naviganti e ai viaggiatori di orientare la loro rotta nel sud del mondo". La nostra giornata è iniziata con la preghiera delle Lodi animata dai nostri fratelli di ASCLA West (Clarettiani...

Il multiverso della missione clarettiana oggi

Il multiverso della missione clarettiana oggi

Inizia un nuovo giorno a Nairobi; è una bella giornata di sole. I fratelli di ACLA animano l'adorazione e l'Eucaristia. Con San Giovanni Crisostomo, ci rallegriamo per l'anniversario della professione perpetua del nostro fratello Henry Omonisaye. Nell'omelia ci viene...

claretian martyrs icon
Clotet Year - Año Clotet
global citizen

Documents – Documentos