Si conclude il IV Congresso Mondiale degli Educatori Clarettiani

Nov 11, 2021 | Apostolato, Famiglia Claretiana, Pastorale Educativa

Roma, Italia. Dopo sei giorni di riunioni e di lavoro, era dubbio che sabato il numero dei partecipanti sarebbe stato mantenuto. Ma una percentuale molto alta, che a un certo punto ha superato i duecentotrenta collegamenti, è rimasta fedele all’appuntamento. In molti casi l’aula o le strutture scolastiche hanno lasciato il posto a sale da pranzo e cucine, e non sono mancati i congressisti laici che hanno dovuto combinare la sessione con l’attenzione ai loro figli o ai loro obblighi familiari. È stata una gioia vedere come anche a casa gli educatori clarettiani, donne e uomini, fanno famiglia.

La giornata del congresso di sabato 6 è stata intensa ed è stata caratterizzata da gratitudine, emozione e impulso. Guidati di nuovo dal laico clarettiano spagnolo Luis Rodríguez Huertas, che aveva già animato il primo giorno, i membri del Congresso hanno rivisto e valutato ciò che avevano vissuto e condiviso nelle loro esperienze in piccoli gruppi per più di quaranta minuti. Lo schermo ha testimoniato ancora una volta la diversità delle origini, la comunione e la sintonizzazione dei cuori. Educatori provenienti da Filippine, Sri Lanka, India o Indonesia hanno scambiato opinioni ed esperienze con quelli provenienti da Congo, Zimbabwe, Colombia, Spagna o da una delle trenta nazioni presenti. Nell’atmosfera si è facilmente percepita la ricchezza che molti congressisti hanno trovato nelle parole di Fernando Soriano, laico spagnolo, Dulce M. Carvajal, clarettiano latinoamericano, e Kevin Balla, clarettiano gabonese, che avevano preso la parola nei giorni scorsi.

Anche i vari laboratori che gli educatori hanno condiviso nei giorni 4 e 5 avevano lasciato il loro buon gusto in bocca ai congressisti. Insieme a laici e religiosi, hanno preso la parola diversi clarettiani impegnati nei servizi di animazione congregazionale, come P. Miguel Ángel Velasco, Lord Winner, Vicent Anes, Henry Ramírez o Rohan Dominic e altri legati a responsabilità più associate a luoghi specifici, come César Espinosa (dall’America Centrale) o Robert Omoni (dal Kenya). In coerenza con i sentimenti della Chiesa e con la migliore tradizione clarettiana, l’insistenza sull’impegno per la giustizia, la pace e la fraternità universale sono vissuti insieme senza problemi con l’invito ad approfondire l’esperienza di Dio, la fede e il desiderio di annunciare e offrire il Vangelo di Cristo senza alcun travestimento nei centri educativi clarettiani.

Luis R. Huertas è riuscito a raggiungere il cuore di molti dei partecipanti esprimendo la sua gratitudine agli educatori per il loro grande contributo alla società e alla Chiesa. La presenza di sua madre nella sessione simboleggiava quella di tanti uomini e donne che hanno voluto contare sulla Famiglia Clarettiana nell’educazione dei propri figli. Come il giorno 2, molti interventi hanno dato nome e cognome a persone (vive e defunte) che hanno lasciato la loro pelle e la loro vita nel prezioso servizio dell’educazione.

Il Congresso ha contribuito a tessere con maggiore intensità il rapporto e la comunione tra le scuole clarettiane che sono sparse in tutto il mondo, affidate a varie istituzioni, e le migliaia di educatori che mettono il cuore giorno dopo giorno nell’educazione e nel contributo alla crescita dei più deboli. La chiamata ad essere sempre vicini agli ultimi è risuonata costantemente nei sei giorni.

La Famiglia Clarettiana ha trovato nella chiamata di Papa Francesco al Global Educational Compact un motivo in più per riprendere con entusiasmo il suo impegno educativo come uno dei modi migliori per fare il bene e collaborare con il Regno di Dio.

I partecipanti inviano in questi giorni all’organizzazione la loro valutazione del congresso. Le loro indicazioni aiuteranno a pianificare i futuri incontri mondiali. Quello degli educatori della Famiglia Clarettiana d’America, rinviato dalla pandemia, è già annunciato per settembre 2022. Il conto alla rovescia per il quinto congresso mondiale è già iniziato.

News Categories

Archives

claretian martyrs icon
Clotet Year - Año Clotet
global citizen

Documents – Documentos